CHI SIAMO

Lorenzo Valloreja nel 2001

L’Ortis, quale organo d’informazione, è stato fondato nel 2001 da Lorenzo Valloreja per essere la voce del  “Semper Fidelis Luci”, associazione politica, quest’ultima, retta sempre dal nostro vulcanico Direttore e nata all’indomani della “Svolta di Fiuggi”. Con essa Valloreja organizzò diverse liste civiche che si presentarono in varie competizioni elettorali abruzzesi. L’Ortis, quale titolo di questo periodico, fu scelto da Valloreja come chiaro richiamo alle ascendenze patriottiche e risorgimentali del movimento da lui fondato. Infatti, leggendo alcuni scritti di Giuseppe Mazzini fu colpito dalla seguente affermazione del patriota genovese: << Mi diedi fanciullescamente a vestir sempre di nero; mi pareva di portar il lutto della mia Patria. L’Ortis che mi capitò allora fra le mani mi infanatichì:lo imparai a memoria. La cosa andò tanto oltre, che la mia povera madre temeva di un mio suicidio >>. Dunque qual miglior nome per un foglio combattente che chiamasse alla rinascita tutti gli italiani? L’Ortis, da allora in poi è sempre stata la voce originale e fuori dal coro, della destra sociale italiana, oggi, invece, ha anche la pretesa e l’ambizione, di diventare il principale punto di riferimento dei cosiddettiSovranisti Italiani” e, laboratorio politico/culturale, per tutti coloro che riconoscono nella Russia di Putin il ruolo di solido e fattivo, partner internazionale dell’Italia. In altri termini l’Ortis non ha alcun timore di essere additato quale organo filorusso in quanto lavora affinché l’Italia abbia sempre più rapporti stringenti ed amichevoli con il Cremlino.